Gli Angiomi

Costituiscono una patologia malformativa che talvolta può assumere problematiche estetiche o funzionali di difficile approccio. Gli angiomi di più comune riscontro sono quelli capillari che si presentano come macchie rosse presenti generalmente sul viso o sul collo. L’indicazione di elezione in questi casi è il laser che coagula i capillari e schiarisce il colore rosso. Nei casi più complessi di angiomi cavernosi che si presentano più o meno voluminosi anziché pianeggianti, si ricorre alla cosiddetta embolizzazione prima dell’approccio chirurgico finale.

L’embolizzazione viene eseguita dal neuroradiologo e consiste nell’ostruzione selettiva del flusso sanguigno, con speciali sostanze spugnose ( emboli ) posizionati sotto visione diretta in endoscopia. Il procedimento consente di ridurre temporaneamente l’apporto sanguigno all’angioma, permettendo al chirurgo un intervento di rimozione parziale o radicale dell’angioma senza il problema del sanguinamento massivo.

Il Laser

Sono una categoria di presidi medici e chirurgici molto utilizzati nella medicina e nella chirurgia estetica. Le loro indicazioni di utilizzo dipendono dal tipo di laser. I laser infatti si distinguono sia per la sorgente energetica utilizzata, ad esempio l’helion neon o il co2 o l’herbium che sono i gas utilizzati per i vari tipi di laser, sia per il tipo di programmazione delle intensità e dei tempi di esposizione alla luce laser ( laser pulsati ecc ).

Le principali indicazioni all’impiego del laser sono:

La depilazione: Qui il laser viene utilizzato per eliminare i peli indesiderati, agendo sulla porzione del pelo esposta, per raggiungere attraverso questa, il follicolo. Dato che solo una parte della popolazione dei peli è esposta ad un dato tempo, ad esempio al momento dell’applicazione del laser, sono necessarie più sedute per raggiungere tutti i follicoli che nelle sedute precedenti erano al riparo nel sottocute, essendo i peli rispettivi non ancora spuntati in superficie.

Altra indicazione al trattamento laser in chirurgia estetica è il ringiovanimento della pelle, il cosiddetto resurfacing che viene eseguito sul viso e sul collo. Il laser in questo elimina gli strati più superficiali dell’epidermide, consentendo un rinnovo rapido della pelle.

Altro campo di applicazione del laser sono le cicatrici ipertrofiche o cheloidee.

Anche gli angiomi si trattano col laser che può costituire il trattamento di prima scelta minimizzando gli esiti cicatriziali maggiormente rappresentati con i trattamenti chirurgici di routine.

Ulteriori indicazioni all’utilizzo del laser in medicina o chirurgia esopetica sono rappresentate dagli esiti di acne e dalle macchie sulla pelle.