Chirurgia estetica del seno maschile

Gli inestetismi della regione mammaria maschile che richiedono l’intervento della chirurgia estetica sono costituiti dall’ingrossamento del seno (ginecomastia) e dal seno pendulo come grado avanzato di ginecomastia e successivo dimagrimento.
Ginecomastia è l’inestetismo che colpisce l regione pettorale del maschio quando presenta un ingrossamento delle mammelle (letteralmente ginecomastia significa mammella di morfologia femminile).

ginecomastia vera si definisce il rigonfiamento delle mammelle dovuto a ipertrofia ghiandolare dovuta a squilibri ormonali o a insufficienze epatiche (il fegato è la sede ove vengono metabolizzati e quindi resi inattivi gli estrogeni. Una insufficienza epatica o comunque un minor funzionamento del fegato dovuto anche all’età, causa un aumento della percentuale relativa degli estrogeni che sono ormoni tipicamente femminili rispetto agli androgeni che sono ormoni tipicamente maschili.
Da qui la spinta per l’ipertrofia mammaria).

pseudo ginecomastia si definisce l’aumento volumetrico delle mammelle dovuto soprattutto alla componente adiposa. Si distingue inoltre una ginecomastia puberale che generalmente si risolve da sola dalle altre forme di ginecomastia dell’età adulta (vere o pseudo).
Il rimedio delle ginecomastie adulte è chirurgico ( quando la causa non è dovuta a squilibri ormonali patologici che richiedono una terapia medica specifica o comunque soluzioni in distretti diversi dalla regione mammaria) e consiste nell’aspirazione del grasso eccedente o nell’asportazione della ghiandola ipertrofica. In entrambi i casi l’intervento è molto semplice, non lascia segni particolarmente visibili, si esegue in sedazione e prevede tempi di recupero molto modesti.
Il seno pendulo richiede una procedura aggiuntiva simile nei concetti alla mastopessi indicata nel seno ptosico femminile. La differenza col seno femminile sta nel fatto che mentre il seno femminile dopo una mastopessi rappresenta un volume nel cui contesto le cicatrici chirurgiche sono compatibili con l’estetica della regione toracica, nel torace maschile, piatto, le cicatrici di una mastopessi sarebbero improponibili. Le tecniche di mastopessi indicate per un seno pendulo maschile si limitano quindi a cicatrici perì areolari ( con esclusione delle tipiche cicatrici a ti rovesciata delle mastopessi del seno femminile ) o eventualmente come nel caso rappresentato fotograficamente a cicatrici orizzontali collocate nel solco sottomammario ben occultabili dalla peluria tipicamente maschile.

Ginecomastia tempi di recupero
Dopo un intervento di ginecomastia limitato a lipoaspirazione o anche a rimozione della componente ghiandolare con o senza pessia possiamo considerare una quindicina di giorni per poter ritornare in palestra e comunque per potersi mostrare senza i segni tipici dell’intervento ( ecchimosi, gonfiori…). Per un risultato stabile e definitivo occorreranno circa tre mesi.
Ginecomastia costi
Seguendo lo schema della distinzione tra costi vivi di struttura e competenze professionali possiamo considerare un range di costi tra i 600 euro e i 1500 euro per la struttura clinica tra i 300 e i 600 euro per l’anestesista, tra i 200 e i 250 euro per il ferrista, tra i 300 e i 700 euro per l’aiuto chirurgo e tra i 1000 e i 2000 euro per il chirurgo operatore per un totale compresa IVA per le voci che la prevedono che va dai 2500 ai 5000 euro.