Il mento

La chirurgia estetica del mento è richiesta nel caso di mento sfuggente, cioè poco pronunciato o nel caso opposto di progenismo, cioè di mento eccessivamente pronunciato.

Per aumentare il mento si può procedere con l’impianto di piccole protesi intervenendo dall’interno della bocca, o eseguendo delle osteotomie di avanzamento.

Per ridurre un mento troppo sporgente si può eseguire una osteotomia riduttiva.

Bisogna distinguere il progenismo semplice dal prognatismo che coinvolge anche la mandibola e l’occlusione dentaria.

Per eliminare il cosiddetto doppio mento si può combinare la tecnica della lipoaspirazione con la tecnica che prevede la sintesi dei due ventri del platisma ( il platisma è un muscolo pellicciaio che si trova nel contesto del sottocute del collo, un ventre a destra e uno a sinistra ) quando l’eccedenza di tessuto adiposo si combina con un rilassamento del muscolo platisma.

In questo caso l’accesso chirurgico prevede un taglietto di tre o quattro cm al di sotto del mento.