Tatuaggi Asportazione chirurgica

Quando un soggetto desidera, per svariati motivi personali, rimuovere un tatuaggio, spesso non è così semplice come potrebbe sembrare.

Le varie possibilità di “cancellare” un tatuaggio dipendono dal colore del disegno e dall’estensione del tatuaggio.

E’ molto importante inoltre l’aspetto relativo alle pretese e quindi alle aspettative del paziente.

In pochi casi selezionati la soluzione migliore può essere rappresentata dal laser, che se non lascia l’area tatuata priva di qualsiasi “memoria” del disegno preesistente, ha peraltro il vantaggio di non lasciare grandi esiti cicatriziali, se usato prudentemente.

In altri casi, specie se l’estensione del tatuaggio è notevole, a fronte della dichiarata volontà del paziente di rimuoverlo, senza che possa residuarne la minima traccia che spesso costituisce un “ricordo” spiacevole per il soggetto, bisogna ricorrere all’escissione chirurgica e alla copertura dell’area cruenta residua con autoinnesti di cute o alla chiusura diretta dopo espansione tessutale.